giovedì 7 gennaio 2016

Nikola Tesla

In questo breve racconto ho voluto includere un piccolo omaggio a Nikola Tesla. Probabilmente pochi hanno sentito parlare di Tesla e mi ha sempre sorpreso come la sua figura sia potuta rimanere (e lo è tuttora!) nascosta nell'oblio nonostante l'enorme apporto dato alla scienza. Ho avuto occasione di leggere alcuni libri su Tesla (raccogliendo su quest'altro mio blog alcuni brani celebri) e di capire come quest'uomo, vissuto a cavallo tra l'Ottocento e il Novecento, fosse stato così geniale. Se dico Edison molti di voi penseranno all'inventore della lampadina e penseranno come quest'ultimo, contemporeaneo di Tesla, debba essere stato così geniale per aver fatto la sua invenzione. Ebbene Edison, in termini di conoscenze scientifiche, invenzioni e brevetti, non poteva nemmeno reggere il confronto con Tesla. La cosidetta Guerra delle Correnti che si creò a fine Ottocento a fronte della crescente industrializzazione nel mondo, era anche uno scontro tra l'uso della corrente continua, ideata e sostenuta da Edison, e l'uso della corrente alternata, ideata e sostenuta da Tesla. Se oggi tutti noi usiamo corrente alternata, potete ben immaginare l'esito della competizione. Forse viene spontaneo chiedersi come mai Tesla sia stato dimenticato: forse perché non ha mai amato la falsità dei banchieri, in particolare J.P. Morgan (altro suo contemporaneo) ? Comunque, al di là di queste diatribe, se volete avere una idea più precisa della genialità di Nikola Tesla, tenete presente che quest'ultimo non è mai stato convinto nemmeno dalla teoria della relatività di Einstein. Per molti di voi Einstein è una icona della scienza ma è bene tenere presente che anche le teorie di Einstein hanno un pò di pecche nascoste che solo gli addetti ai lavori conoscono benissimo. Insomma nemmeno la relatività di Einstein è perfetta. E indovinate un pò sulla base di quali osservazioni si confuta tale teoria? Su osservazioni fatte da Nikola Tesla!
Nikola Tesla è morto nel 1943, dimenticato, in un albergo di New York. Alla sua morte, pochissime ore dopo, pare che funzionari dell'FBI abbiano requisito tutti i suoi appunti, i suoi studi scientifici non ancora pubblicati ed una serie di suoi oggetti riempiendo il vano di un camion. Tutto il materiale è ancora oggi ricoperto dal vincolo "most secret" (un livello più severo del più famoso "top secret").
Interessante (ed inquietante).

Nessun commento:

Posta un commento